Come gestire le controfferte

Pubblicato da | 29-03-2022 | Consigli ricerca di lavoro

Hai trovato un nuovo lavoro e l’azienda dove stai lavorando ti fa una controfferta?
Come gestire le controfferte e se accettare o meno dipende dalla tua situazione.

Alla fine, la risposta sarà: di cosa ha bisogno la tua carriera dopo? Quali opzioni sul tavolo ti porteranno lì? Soddisferai i tuoi bisogni?.

Secondo un sondaggio del 2019 della società di ricerca esecutiva Heidrick & Struggles, quasi il 40% dei dirigenti senior e dei leader delle risorse umane ritiene che accettare una controfferta dall’attuale datore di lavoro influirà negativamente sulla propria carriera . L’azienda ha intervistato più di 600 alti dirigenti che hanno lasciato volontariamente i loro datori di lavoro e più di 100 alti funzionari delle risorse umane.

Mentre in alcuni settori, come il mondo accademico, può essere comune accettare controproposte, nella maggior parte dei casi sembrerebbe che non lo sia.

C’è troppo rischio che tu possa tornare in un’azienda che chiaramente fa una mossa solo se rischia di perdere qualcuno. Tuttavia, ci sono delle eccezioni, a seconda delle tue esigenze e dell’ambiente di lavoro.

In effetti, i rischi possono essere mitigati se hai un sincero dialogo con il tuo superiore per assicurarti che tu e il tuo datore di lavoro siate allineati con le tue esigenze.

Il tempismo conta

Se hai già detto al tuo nuovo datore di lavoro che avresti accettato l’offerta, allora dovresti rifiutare la controproposta del tuo attuale datore di lavoro.
Altrimenti, questo mostrerebbe che non sei interessato a mantenere buoni rapporti e fare terra bruciata.

Invece, il momento ideale per parlare con il tuo manager è dopo che sei stato avvicinato con un’offerta.

Hai più leva quando hai un’offerta ferma a portata di mano, ma devi stare attento che non suoni come una minaccia o un ultimatum.

Invece, fagli sapere che ti piace il tuo lavoro, ma sei stato contattato con un’offerta interessante.

Tuttavia, puoi anche parlare con il tuo superiore prima ancora di cercare un altro lavoro per vedere se le tue esigenze possono essere soddisfatte.

L’idea è di avere una linea di comunicazione aperta prima che arrivi al punto in cui crei risentimenti dall’altra parte.

Quando parli con il tuo superiore, sappi esattamente cosa vuoi chiedere. Se ritieni di essere sottopagato, fai delle ricerche per sostenere il tuo caso. I dati di Payscale mostrano che il 51% dei dipendenti che pensano di essere sottopagati riceve in realtà un compenso pari o superiore al mercato.

Come gestire le controfferte

Per decidere se accettare o meno una controfferta dalla tua attuale azienda, poniti quattro domande chiave.

  1. Perché hai deciso di partire o di cercare un lavoro in primo luogo? La risposta ti aiuterà a identificare qualcosa che la controfferta potrebbe risolvere, come più soldi o un cambiamento nella cultura del lavoro.
  2. Cosa cambierà se accetti la controfferta? Potrebbe essere uno stipendio più alto o una squadra diversa.
  3. Cosa guadagnerai se te ne vai? Forse il nuovo lavoro promette un migliore tragitto giornaliero o un programma di lavoro diverso.
  4. Quali opzioni ti avvicinano ai tuoi obiettivi di carriera a lungo termine? Alla fine della giornata stai pensando alla traiettoria della tua carriera. Cosa ti mette nella posizione migliore in cui vorresti essere?

 

Tratto da cnbc.com/2021/07/26/got-a-job-offer-how-to-decide-if-you-should-accept-a-counteroffer-.html

Tags: , ,